Knowledgebase: WordPress
Come aggiornare WordPress
Pubblicato da il 15 June 2012 01:25 PM

WordPress è uno dei CMS più utilizzati, è in costante crescita e fornisce aggiornamenti e nuovi rilasci con elevata frequenza. Il bello di questo CMS è il suo sistema di aggiornamento automatico con un semplice click, sia del core che di temi e plugin. A volte, però, l'aggiornamento non funziona correttamente per i motivi più diversi. La migliore cosa da fare quando è disponibile una nuova versione di WordPress, quindi, è quella di aggiornare prima tutti i plugin ed i temi installati ed assicurarsi che essi siano effettivamente compatibili con la nuova versione di WordPress da installare; queste informazioni si possono ricavare direttamente dalla home page dei vari plugin (la trovate indicata nel pannello dei plugin, nella dashboard del vostro WordPress). Qualora un plugin non sia stato adeguato alla nuova versione di WordPress, è preferibile disabilitarlo per non correre rischi. Una volta aggiornati tutti i plugin, si può procedere con l'aggiornamento del core di WordPress.

In molti casi, nel passaggio alla versione 3.4 del CMS rilasciata il 13 giugno 2012, sono stati riscontrati problemi nella fase di aggiornamento del database, probabilmente imputabile a quei plugin non aggiornati che fanno uso di tabelle personalizzate. Il sintomo del problema è l'impossibilità di accedere nuovamente all'area amministrativa di WordPress, visualizzando continuamente una pagina che richiede l'aggiornamento del database. La soluzione a questo problema è indicata in questa pagina:

WordPress Upgrade 3.4 : Fatal error: Call to undefined method dbrc_wpdb::delete() in */wp-includes/option.php on line 370

In parole povere, dopo aver effettuato tutti i backup del caso (file e database), viene richiesto di cancellare il file db.php dalla cartella /wp-content e poi di rientrare nell'area amministrativa; alla richiesta di aggiornare il database, cliccare sul relativo pulsante e attendere. Se tutto va a buon fine, viene visualizzato un messaggio di avvenuto aggiornamento. Qualora la cosa non funzionasse, si deve provare a cancellare le cartelle di alcuni plugin "problematici" come db-cache e db-cache-reloaded-fix (che trovate in /wp-content/plugins) e quindi ripetere la procedura di aggiornamento del database. Una volta completato l'aggiornamento, se tutto è andato a buon fine, sarà possibile reinstallare i plugin cancellati direttamente dalla dashboard.

(0 voto/i)
Utile
Non è utile

Commenti (0)